Soli Deo Gloria
15 ragioni per considerare la Genesi come storia
15 ragioni per considerare la Genesi come storia
Dr. Don Batten e Dr. Jonathan Sarfati
1. Un cristiano, in quanto seguace di Cristo, dovrebbe seguire il Suo esempio nell’atteggiamento nei confronti delle Scritture dell’Antico Testamento.

2. È chiaro che Gesù considerava il resoconto ddella creazione di Adamo ed Eva come un fatto, così come il Diluvio universale.

3. La Genesi fu scritta come storia.

4. Principio ermeneutico: la Scrittura interpreta la Scrittura. Il resto dell’Antico Testamento considera Genesi come storia.

5. Principio ermeneutico: la Scrittura interpreta la Scrittura. Il Nuovo Testamento considera Genesi 1:11 come storia.

6. Considerare la Genesi come storia è in armonia con altri atti creativi di Dio nella storia.

7. La storia di Genesi è necessaria per spiegare la morte e la sofferenza.

8. La storia di Genesi è fondamentale per il Vangelo.

9. La storia di Genesi è necessaria per una coesa e coerente visione del mondo cristiano fedele alla Bibbia.
10. Non credere alla storia di Genesi disconnette la Bibbia dal mondo reale, trasformando la fede cristiana in un’irrilevanza “cervellotica”.

11. I padri della Chiesa accettarono la linea temporale storica di una “terra giovane” e il Diluvio uniersale di Genesi..

12. I Riformatori hanno considerato la Genesi come storia.

13. Il naturalismo storico (cosmico, geologico e biologico) è per gli atei un principio di fede; esso dovrebbe far sì che ogni cristiano informato capisca la stoltezza insita nel negare la storicità di Genesi per favorire tale naturalismo.

14. Abbandonare la storicità di Genesi porta all’eresia e all’apostasia.

15. C’è una sola ed unica “ragione” per considerare la Genesi come pura e semplice storia: il ragionamento fallibile dell’umanità caduta a guisa di “scienza” storica, o delle origini.

Che dire a proposito della scienza?

“Origini” contro “scienza operativa”.

Perché questo è importante.